- Advertisement -

- Advertisement -

La modella Jasmine Lo Bianco si esprime sul DDL ZAN

0 58

La modella Jasmine Lo Bianco si esprime sul DDL ZAN

“La bellezza delle piazze del 17 maggio, deve splendere ogni giorno”.
Jasmine Lo Bianco

Queste sono le prime parole che ci ha detto Jasmine Lo Bianco, appena abbiamo toccato l’argomento DDL ZAN. Ancora, abbiamo approfondito il suo punto di vista e, come sempre sottolinea quanta strada la società deve ancora fare per raggiungere quella sensibilizzazione, che argini e metta fine a ogni genere di violenza.

A che punto siamo della narrazione della storia, che include il DDL ZAN?
“Sono felice di aver visto le piazze gremite di persone, che ogni giorno ci mettono la loro faccia e le loro storie. Sono, ancor di più, felice che i media stiano attirando così tanta attenzione sull’argomento, vuoi per il DDL ZAN e tutti i personaggi famosi o, di chi porta in tv il proprio percorso raccontandolo, ma ancora non ci siamo”.
Jasmine Lo Bianco

Spiegaci meglio.

“C’è bisogno di concretezza, di arrivare dritti con messaggi utili, che non devono mettere timore.
Faccio un esempio: i social, le arene televisive sono piene di persone che fanno anche parte del mondo dello spettacolo. Ecco, nel raccontare le loro testimonianze, spesso, intimoriscono chi ha deciso d’intraprendere il percorso per cambiare sesso e molti che vivono delle condizioni di bullismo perché omosessuali o, portatori di handicap.
Parliamoci chiaro quello che oggi sono è frutto di un percorso duro. Dove, ho affrontato tante situazioni di violenza verbale e combattuto milioni di sguardi denigratori e la lista è lunga.
È necessario che si parli e si spieghino meglio determinate tematiche, che si supportino le persone. Non tutti siamo nati liberi dai pregiudizi, per smontarli ed essere sicuri in questa società c’è bisogno di tanta informazione e non di drammi.
Basta con tutte le testimonianze che raccontano solo la violenza subita, tutti abbiamo sulle spalle un percorso, ma cosa abbiamo fatto per costruirci il nostro futuro?”.
Jasmine tu cosa hai fatto?
“Oggi siamo portati alla critica senza conoscere, vedi l’episodio del ministro Sgarbi per la pubblicità delle caramelle. Mi ha stupita, proprio lui che è un profondo conoscitore della storia, degli usi e dei costumi, osa fare determinate affermazioni.
È qui che bisogna intervenire, l’omosessualità esiste dai tempi antichi così come le persone transessuali. Personalmente ho ascoltato molto quello che avevo dentro e prima di mutare pelle, è accaduto di tutto.
Ci sono percorsi che bisogna affrontare e rispettare le scelte di tutti. L’informazione corretta può aiutare quelli che non vivono bene la loro identità o, sono alla ricerca di capire chi sono o, semplicemente vogliono vivere alla luce del sole la loro natura o, hanno bisogno di quella dose di coraggio e quella mano tesa che solo in rari casa si trova.
Ribadisco con l’informazione si arriva stabilire dei nuovi dialoghi e si possono abbattere le critiche”.
Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.